Dieta Steatosi Epatica
Dieta Steatosi Epatica

Cos'è la steatosi epatica

Le steatosi epatica è una patologia più nota con il nome di fegato grasso. La sua caratteristica principale è, appunto, il fatto che all’interno del fegato sia presente del grasso. Le cause che portano alla steatosi epatica possono essere legate a patologie diverse come il diabete, la sindrome metabolica o a problemi del sangue come per esempio l’anemia. Altro genere di cause è legato ad un’alimentazione non corretta proseguita per lunghi periodi di tempo.

Chi è a rischio di contrarre la steatosi epatica

Questa patologia può interessare un largo spettro di persone. Una categoria a rischio è composta da chi presenti una massa grassa addominale importante. Esistono, tuttavia, due tipi di grasso addominale: quello cutaneo e quello sottocutaneo. Il primo è ben visibile grazie ai rotolini che produce: è certamente poco piacevole sotto l’aspetto estetico ma non crea problemi legati alla steatosi epatica. Il grasso sottocutaneo, invece,

fegato grasso

 che non si vede esternamente ma produce gonfiore addominale, si va a depositare intorno a organi interni, soprattutto fegato e pancreas. Quando la massa grassa del fegato supera il 10-15% del totale, si parla di patologia. Tale concentrazione di grasso può portare al sorgere di problemi cardiovascolari e del sistema metabolico.

Il ruolo nella dieta nella cura della steatosi epatica

steatosi epatica dieta

Date le caratteristiche di questa patologia, è ovvio che la dieta diventa un’arma potente per contenere le conseguenze della steatosi epatica; essendo una patologia cronica, infatti, non si può parlare di vera e propria guarigione bensì di contenimento dei sintomi. I nutrizionisti indicano quali potenti alleati contro il fegato grasso gli antiossidanti e tra essi soprattutto la vitamina E. In realtà questo approccio è ancora alla fase sperimentale e quindi la procedura più corretta ad oggi è quella di migliorare le proprie abitudini, cercando di 

Vedi Anche:  Allenare Cervello Preferire Cibi Sani

dimagrire e di diminuire la massa grassa del corpo.
Per fra ciò occorre praticare attività fisica mirata, possibilmente sotto la supervisione di un esperto. La dieta, in quest’ottica di disintossicazione ed alleggerimento, acquisisce un’importanza primaria.

Qualche piccola regola per la dieta

– consumare pasti leggeri e più frequenti;
– assicurarsi che in ogni pasto siano presenti alimenti nelle giuste quantità;
evitare nel modo più assoluto grassi di origine animale, quindi sia salumi, insaccati e carni grasse che latte e latticini. Sostituire i grassi animali con quelli vegetali, da utilizzare comunque non più di due-tre volte alla settimana
– nella scelta della carne, il consiglio è di utilizzare solo quella bianca;
– per il pesce, sono preferibili quello azzurro e il salmone, entrambi ricchi di omega 3;
– i legumi sono sempre indicati, senza restrizioni, sia secchi che freschi. 
– gli zuccheri sono un danno per la steatosi epatica quasi quanto i grassi, perché determinano uno squilibrio nel pancreas che finisce per ripercuotersi sul fegato. E’ consigliabile, quindi, evitare dolci, miele, marmellate, zucchero bianco, succhi di frutta e bibite zuccherine; 
Alcool. Benché non sia la causa della malattia, come si potrebbe invece pensare, è comunque da evitare perché ne rafforza i sintomi.
vegetali. fondamentali per l’equilibrio fisiologico. La verdura può essere utilizzata sia cotta che cruda, poiché in entrambi i casi fornisce antiossidanti, proteine e sali minerali. Alcuni ortaggi, inoltre, hanno una vera e propria funzione detossificante sul fegato. Tra questi: carciofi, broccoli, lattuga, peperoni e cicoria.

Chiudi il menu