Nutraceutica Nutrigenomica
Nutraceutica Nutrigenomica

Ippocrate disse: “Lascia che il cibo sia la tua medicina”. La nutraceutica si basa proprio su questo principio.

Il termine nutraceutica nasce dalla fusione delle parole nutrizione e farmaceutica per indicare la disciplina che indaga tutti i componenti o i principi attivi presenti negli alimenti con effetti positivi sulla salute. Il termine Nutraceutico è stato inventato dal Dott. Stephen L. De Felicenel nel 1989 per indicare le sostanze dalle comprovate proprietà benefiche come gli amminoacidi, gli acidi grassi essenziali, gli antiossidanti e i sali minerali e vitamine.

I nutraceutici, a differenza degli integratori e degli alimenti funzionali, devono avere un’efficacia clinica dimostrata oltre al contributo nutrizionale.

Quali sono i vantaggi dei nutraceutici?

Nutraceutica Nutrigenomica

Il cambiamento nelle abitudini e nei modelli alimentari che ormai si sta verificando in tutto il mondo, sta facendo crescere l’interesse per i nutraceutici. Sono utilizzati per prevenire l’insorgenza di malattie, per questo hanno u ruolo importantissimo insieme ad una corretta alimentazione e all’attività fisica.

Rispetto ai farmaci sono sicuri senza effetto collaterale.

I nutraceitici si trovano in commercio sotto forma di capsule, pillole o fiale. La sostanziale differenza che c’è tra un farmaco e un nutraceutico è che il primo proviene da una sintesi chimica mentre il secondo è composto da sostanze naturali bioattive. Inoltre sono anche integratori di vitamine, minerali, aminoacidi, acidi grassi e altre sostanze utili e indispensabili per il benessere dell’organismo.

Chiudi il menu