Allergie Alimentari Crociate
Allergie Alimentari Crociate

Le allergie alimentari: quanto ne sappiamo?

Le allergie alimentari sono un argomento di cui si sente parlare con sempre maggiore insistenza. Ad aumentare non è soltanto il numero delle persone coinvolte ma anche quello degli alimenti che risultano allergizzanti. 
A fronte di tali aumenti, molti di noi si lasciano prendere da timori non sempre giustificati e si affidano a consigli non sempre rispondenti alle loro effettive esigenze. Per evitare di incorrere in tali meccanismi, è importante sapere di cosa si parla ed anche quali siano i campanelli di allarme da tenere presenti e gli atteggiamenti cui attenersi.

Tra le diverse soluzioni da adottare per informarsi, forse la più semplice e proficua è quella di visitare siti web di qualità che forniscano indicazioni puntuali e verificate. Tra questi, sicuramente spicca comedimagrire.it.

Le allergie crociate

E’ questo un argomento generalmente poco conosciuto dal grande pubblico e che invece vale la pena approfondire, soprattutto da parte di chi sappia di soffrire di altri tipi di allergie diverse da quelle alimentari.
Le allergie crociate, infatti, sono composte, per così dire, di più tipi di allergie che si sviluppano anche in tempi diversi in uno stesso soggetto.

Allergie-crociate

Chi soffra di allergie ambientali deve fare attenzione ad ingerire alimenti che abbiano un qualche rapporto con l’allergene già noto. Per fare qualche esempio esemplificativo: chi soffre di allergie alle graminacee deve cercare di evitare melone, anguria e arancia. chi, invece, soffra di allergia al polline, deve tenersi lontano dal miele, che proprio con il polline viene elaborato dalle api.
Le persone allergiche ai pollini spesso manifestano reazioni crociate nei confronti di alimenti che abbiano origine vegetale; gli allergici agli acari, invece, talvolta possono risultare allergici anche ai crostacei.

Vedi Anche:  Nutraceutica Nutrigenomica

Queste corrispondenze arrivano a riguardare circa il 70% degli allergici a queste grandi categorie di sostanze presenti nell’aria. Cerchiamo insieme di capire perché.

Perché si scatenano le allergie crociate

Tutte le allergie sono causate da una risposta troppo marcata del sistema immunitario a sostanze generalmente non nocive per l’orgnaismo.
Tali reazioni violente hanno la loro causa nelle proteine presenti nella sostanza allergenica. Nel caso delle allergie crociate tale reazione riguarda due elementi contemporaneamente: un polline ed un ortaggio od un frutto.
Questo è il motivo per cui spesso due allergie si sviluppano in un solo soggetto.

Come riconoscere i sintomi delle allergie crociate

La sintomatologia di queste allergie è sostanzialmente analoga a quella delle allergie semplici. Partiamo dal caso più comune, ossia quello di una persona allergica al polline. I sintomi in questo caso sono: raffreddori, riniti, problemi respiratori come l’asma e congiuntiviti.

Questo stesso soggetto può, nel corso del tempo, avere problemi in seguito all’assunzione di alcuni alimenti. I sintomi saranno: prurito, macchie edemiche e tumefazioni e vesciche nel tratto orale e faringeo.
Nei casi più seri, tali allergie crociate possono arrivare ad indurre shock anafilattico ma in linea di massima hanno carattere meno violento. Seppure molto invalidanti all’inizio delle manifestazioni, esse possono però

Allergie Alimentari Crociate

condurre ad una più veloce diagnosi circa i tipi di allergie che interessano il soggetto. I medici hanno a disposizione, infatti, tabelle in cui sono collegati i vari agenti allergenici e quindi possono consigliare il paziente circa tutto ciò che deve evitare, senza dover procedere ad analisi troppo complesse.

Chiudi il menu